• RSS
  • youtube
Home  -  Mondo  -  A Zuccotti Park un programma politico romantico e coraggioso

A Zuccotti Park un programma politico romantico e coraggioso

I giovani del movimento Occupacy Wall Street hanno preparato un manifesto di proposte. Coraggioso nel dire "no" alla riforma sanitaria di Obama. E nel chiederne una più simile al modello europeo

A Zuccotti Park un programma politico romantico e coraggioso A Zuccotti Park un programma politico romantico e coraggioso
Lucas Brinson, 21 anni, californiano di Devils chiama a raccolta i suoi compagni del movimento Occupy Wall Street

Tag:  indignados occupy wall street zuccotti park

E' la voce dei ragazzi di Occupy Wall Street, conosciuti ormai anche con il nome dei giovani di Zuccotti Park. E questa volta non risuona solo negli slogan urlati in strada o davanti alla sede della Borsa americana. E' scritta, nero su bianco, nella bozza del Nuovo Statuto economico del popolo americano , 72 pagine pubblicate su Google. Una bozza di programma economico. Romantico in alcuni passaggi. Coraggioso in altri. 

"E' molto facile fare un elenco di proposte" commenta Mario Deaglio, noto economista e docente di Economia internazionale all'Università statale di Torino. "La cosa difficile è farle quadrare. Si tratta di una wish list, per dirla come gli americani, un insieme di desideri più che un'agenda di politica economica, che è una cosa meno romantica e più seria".

I ragazzi di Occupy Wall Street, infatti, dicono sì a Basilea3, alla Tobin Tax sulle transazioni finanziarie, agli incentivi alle imprese cooperative, agli investimenti in infrastrutture e all'aumento dei fondi alla scuola pubblica. E ancora. Dicono sì all'energia geotermica e a tariffe per evitare che le imprese Usa vadano all'estero. E, più romanticamente, dicono sì all'abolizione del Pentagono, a un'istruzione finanziata con la metà dei 2 mila miliardi di dollari spesi ogni settimana con le guerre, all'apertura di tutte le frontiere.

Si oppongono invece agli aiuti alle istituzioni finanziarie in difficoltà. "Le cose contro il mondo della finanza sono scontate e ragionevoli" dice Deaglio. "A questa generazione il mondo della finanza ha tolto, invece di aver dato".

Ma tra i No del programma politico ce n'è uno che fa riflettere. No alla riforma sanitaria di Obama, dicono i giovani del movimento. E aggiungono: meglio seguire il modello europeo. "L'America è di solito contraria a soluzioni stataliste all'europea" aggiunge Deaglio. "Sorprende che questi giovani dicano questo perché vuol dire che negli Usa qualcosa sta cambiando".

In meglio? "E' una posizione più ragionevole, più associata al tipo di benessere che ha l'America e che dovrebbe andare a vantaggio di tutti. Mi sarei accontentato già di una promozione del modello Obama. Questi giovani vanno addirittura oltre".

ASCOLTA L'INTERVISTA A MARIO DEAGLIO

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Commenti
TUTTI
PIÙ POPOLARI
Loading...
Loading...
Nessun commento inserito
  • Per commentare gli articoli devi essere iscritto a panorama.it
  • Puoi farlo anche utilizzando il tuo account facebook
 
 
 
RC Auto: risparmia fino a 500€!

Confronta 18 assicurazioni e risparmia!

Mutui: risparmia fino a 15.000€!

Confronta le offerte delle migliori banche!

Prestiti: risparmia fino a 2.000€!

Confronta le migliori finanziarie e risparmia

 

Video Hot

TOP 10 DI PANORAMA Mondo

MONDO
Documento senza titolo