• RSS
  • youtube
Home  -  Mondo  -  Missioni italiane all'estero: cosa cambia nel 2012 - L'ANALISI

Missioni italiane all'estero: cosa cambia nel 2012 - L'ANALISI

Roma confermna i fondi per le missioni oltremare che coinvolgono forze armate sempre più impoverite dai tagli al bilancio della Difesa

Missioni italiane all'estero: cosa cambia nel 2012 - L'ANALISI Missioni italiane all'estero: cosa cambia nel 2012 - L'ANALISI
Gianandrea Gaiani

Come avevamo anticipato a inizio anno , i tagli al bilancio della Difesa non hanno impedito al governo di rinnovare per tutto il 2012 le missioni militari all’estero considerate un simbolo della credibilità internazionale dell’Italia. Rispetto al 2011 si registrano poche modifiche e qualche risparmio. Terminata la guerra in Libia che ci costò ufficialmente 202 milioni di euro l’Italia sta inviando a Tripoli una missione di addestramento dal costo limitato a 10 milioni. Nel complesso verranno spesi 1,4 miliardi di euro, fondi stanziati come sempre al di fuori del bilancio della Difesa che quest’anno registra il suo record negativo con appena 13,6 miliardi assegnati alle forze armate contro i14,3 dell'anno scorso e i 15,8 del 2008.

Rispetto al 2011 vengono risparmiati sulle 20 missioni all’estero 240 milioni ma si tratta di economie ottenute grazie alla fine della guerra libica e con riduzioni dei contingenti oltremare già definiti dal governo Berlusconi. Senza considerare i circa 2 mila militari impegnati nel conflitto contro Gheddafi, che sono rimasti dislocati in Italia o sulle navi, nel 2012 saranno impegnati oltremare circa 6.500 militari che "rappresentano il numero più basso degli ultimi anni" come ha sottolineato il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola.

In Libano il contingente è sceso di 600 unità da 1.780 a 1.115 mentre dall’Afghanistan verranno ritirati a marzo i 200 uomini che compongono il Provincial reconstruction team, la struttura militare per la ricostruzione civile che il governo di Kabul non vuole più. Le truppe italiane a Herat e dintorni scenderanno quindi a 4 mila ma i tagli ai contingenti schierati all'estero per complessivi 800 uomini sono bilanciati dai 100 militari della missione addestrativa in Libiae dai 200 rinforzi assegnati stabilmente alle forze Nato in Kosovo dove l’Italia schierava 650 militari e dove in primavera invierà per sei mesi un altro battaglione di 600 unità a rinforzo.

In termini finanziari, i fondi per le missioni sono pari a oltre il 10 per cento del bilancio assegnato alla"Funzione Difesa" cioè alle tre forze armate (i carabinieri hanno un bilancio autonomo di 5,8 miliardi di euro). La missione più costosa resta quella afghana che con 747,6 milioni di euro assorbirà oltre la metà delle risorse destinate alle operazioni oltremare comunque in calo rispetto agli 811 milioni dello scorso anno e i 709 milioni del 2010. Le operazioni in Kosovo richiederanno 98,5 milioni contro i 70 dell’anno scorso e i 130 del 2010 mentre in Libano, nonostante il comando dei caschi blu stia per passare all’Italia ,che mantiene il contingente più numeroso tra quelli di Unifil, spenderemo 157 milioni contro i 198 milioni del 2011 e i 260 del 2010.

L’Italia quindi mantiene o addirittura rafforza i suoi impegni oltremare pur riducendo simbolicamente il numero complessivo di truppe all’estero e gli stanziamenti che risultano però sempre più sostanziosi rispetto al progressivo calo del bilancio della Difesa che nei prossimi due anni subirà ulteriori tagli scendendo intorno ai 12 miliardi di euro rafforzando così l’impressione di uno strumento militare sempre più povero e sbilanciato in missioni operative che non potrebbe evidentemente più permettersi.

---

Gianandrea Gaiani ha seguito tutte le missioni italiane degli ultimi 20 anni. Dirige Analisi Difesa, collabora con i quotidiani Il Sole 24 Ore, Il Foglio e Libero ed è opinionista del Giornale Radio RAI e Radio Capital. Ha scritto Iraq Afghanistan: guerre di pace italiane

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Commenti
TUTTI
PIÙ POPOLARI
Loading...
Loading...
Nessun commento inserito
  • Per commentare gli articoli devi essere iscritto a panorama.it
  • Puoi farlo anche utilizzando il tuo account facebook
 
 
 
RC Auto: risparmia fino a 500€!

Confronta 18 assicurazioni e risparmia!

Mutui: risparmia fino a 15.000€!

Confronta le offerte delle migliori banche!

Prestiti: risparmia fino a 2.000€!

Confronta le migliori finanziarie e risparmia

 

Video Hot

TOP 10 DI PANORAMA Mondo

MONDO
Documento senza titolo