• RSS
  • youtube
Home  -  Mondo  -  S'infiamma il Tibet. La Cina chiude le frontiere

S'infiamma il Tibet. La Cina chiude le frontiere

Quasi alla vigilia del cinquantesimo anniversario dell'insurrezione anticinese, Pechino blinda Lhasa con imponenti misure di sicurezza. Nuove proteste sono esplose nella provincia tibetana dello Sichuan

S'infiamma il Tibet. La Cina chiude le frontiere S'infiamma il Tibet. La Cina chiude le frontiere

Tag:  lhasa Tibet

 

Il Tibet è blindato. La Repubblica popolare ha chiuso di nuovo le frontiere, in entrata e in uscita. Già la scorsa primavera per mesi agli stranieri è stata negata la possibilità di visitare il Tibet perché, dopo la manifestazione di marzo, repressa con violenza dall’esercito , i tempi non sembravano maturi per far avvicinare i turisti a Lhasa.

I tibetani celebreranno il 25 febbraio il loro capodanno, il losar, e, soprattutto, il dieci marzo ricorrerà il cinquantesimo anniversario dell’esilio (forzato) del Dalai Lama. Alla luce di quello che è successo undici mesi fa, e in un periodo in cui il Partito è sotto pressione per gli squilibri sociali che la crisi finanziaria internazionale sta progressivamente accentuando ma anche per lo spettro di un altro importante anniversario, quello di Tiananmen , il quattro giugno, Pechino ha deciso di agire in maniera preventiva. Blindando militarmente il Tibet e allontanando gli stranieri, onde evitare che le loro testimonianze si diffondano sul web e sulla stampa estera. Tutti i viaggi già prenotati tra febbraio e aprile sono stati cancellati, ha raccontato al Daily Telegraph Wan Feng, dell'agenzia Tibet Yak Travel, sottolineando che la decisione è stata presa dal governo per “ragioni politiche”. Ai giornalisti cui era stata promesso una viaggio in Tibet per descrivere, il 28 marzo, i festeggiamenti del primo “giorno dell’emancipazione del servo della gleba ”, la formula con cui, da gennaio, Pechino vuole che sia ricordata l’invasione cinese del 1951, tale privilegio è stato ovviamente revocato.

Negli ultimi giorni 24 tibetani sono stati malmenati e poi arrestati a Lithang, contea a maggioranza tibetana nel Sichuan cinese, per aver organizzato in loco una manifestazione a favore dell’indipendenza, seguendo l’appello “Tibet Liberolanciato dal monaco Lobsang Lhundup domenica scorsa dal mercato rionale. In tutta la regione, il numero di attivisti, monaci e persone comuni favorevoli a boicottare i festeggiamenti del losar per protesta contro Pechino e nella speranza di attirare di nuovo l’attenzione dei media occidentali continua ad aumentare.

Tenzin Choeying, responsabile dell’associazione Students for a Free Tibet , ha raccontato ad Asianews che oggi “nel Tibet c’è un clima di paura, è come un campo militare, è in atto un’intensa repressione, con polizia armata per le strade che controlla ogni movimento della gente”. Ma il vero problema è che la situazione è destinata a peggiorare. Tant’è che, in tutta la regione, gira voce che ai soldati di pattuglia nelle strade siano stati affiancati cecchini pronti a colpire, se necessario, dai tetti dei templi principali.

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Commenti
TUTTI
PIÙ POPOLARI
Loading...
Loading...
Nessun commento inserito
  • Per commentare gli articoli devi essere iscritto a panorama.it
  • Puoi farlo anche utilizzando il tuo account facebook
 
 
 
RC Auto: risparmia fino a 500€!

Confronta 18 assicurazioni e risparmia!

Mutui: risparmia fino a 15.000€!

Confronta le offerte delle migliori banche!

Prestiti: risparmia fino a 2.000€!

Confronta le migliori finanziarie e risparmia

 

Video Hot

    • Il Cav e quel divieto di criticare i...

      Fra le 12 prescrizioni stabilite dal Tribunale di sorveglianza per il premier condannato c'è l'obbligo a non attaccare l'ordine giudiziario. Ma quel veto è l'ultima anomalia, e fa tanto "casta intoccabile"

    • Bonus Irpef, cosa prevede il decreto

      80 euro al mese tondi fino a dicembre per i contribuenti con reddito fino a 24 mila euro. I soldi arriveranno da tagli ai ministeri, dalla tassazione delle rendite e delle banche e dalla lotta all'evasione

    • Apple, Tim Cook e il lato verde della...

      Risultati confortanti dall'ultimo rapporto ambientale del gigante di Cupertino. Che dimostra una volta di più l'attenzione agli aspetti di natura etica del suo CEO

TOP 10 DI PANORAMA Mondo

MONDO
Documento senza titolo